pOster di pasquetta


Pasqua trascorsa e Pasquetta in corso hanno visto protagonisti dei numerosi scambi di auguri i famosi Coniglietti pasquali.

Batuffolini morbidi e teneroni che subito riportano alla memoria la caccia alle uova che si sono svolte nei prati proprio ieri.

E se qualcuno trova ancora bizzarro che a Pasqua sia un Coniglio a portare le uova, non dovrebbero lasciare alcun dubbio i marginalia che qui vi propongo: il Coniglio e la Lepre non sono proprio animaletti tutto batuffolo e coccole.

Se nei marginalia dei codici o nelle miniature che li ritraggono (ben poche come protagonisti e le più estratte dai Manuali di caccia medievali) i conigli compiono alcune azioni che li avvicina al mondo degli umani come suonare o danzare, dall'altro molti di essi tramandano un "riscatto" della figura del coniglio e della lepre.

Sempre inseguito dai levrieri da caccia, accade che un bel giorno il ribelle coniglio corre lui stesso alla caccia cavalcando un levriero e portando con sé una lumaca al posto del falcone.

E se il cane è il suo atavico nemico tanto da fustigarlo o ancora in maniera più derisoria

da fargli fare il saltimbanco accompagnandolo con la zampogna,

o in maniera cruenta, con la coda tra le gambe. avviene che la maggior punizione sta proprio nell'impiccarlo con la coda tra le gambe.

Nemmeno l'uomo viene risparmiato dal nostro protagonista.

Le lepri guerriere diventano così dei veri e propri nemici da cui bisogna guardarsi. Ma l'efferatezza dei loro atti sicuramente l'hanno appresa proprio da chi ora soccombe loro.

Nel chiudere questo brevissimo post ad uso di chi è curioso di un nuovo punto di vista del tenero mondo dei conigli e delle lepri vi saluto con due deliziose piccole scene che ritraggono due conigli all'organo medievale. I mantici sono azionati da due cani, e dalle espressioni dei loro musetti si intuisce chiaramente quanto faticoso ed ingrato fosse il lavoro di chi dava fiato alle canne dell'organo. Un vero e proprio lavoro da cani.

Buona pasquetta a tutti.


Post in evidenza